Ti trovi in:Home>Diritti d'autore & Internet>Procedure più veloci per la pirateria on line – Regolamento AGCOM

Procedure più veloci per la pirateria on line – Regolamento AGCOM

È finalmente arrivato in Italia dopo lunga attesa il primo provvedimento che permette di combattere con una veloce procedura amministrativa la pirateria online (e radiotelevisiva).

In altre parole: a partire dal 31 marzo sono tempi duri per chi pubblica nei propri siti internet materiale in violazione del diritto d’autore altrui. 

È infatti entrato in vigore il «Regolamento in materia di tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica» che ha lo scopo di rendere celere la rimozione di contenuti pubblicati on line che rappresentano un plagio di anteriori diritti d’autore.  

Nella sostanza, per quanto riguarda Internet, qualsiasi sito che, a giudizio del comitato Agcom, in base a segnalazione di terzi, violi il diritto d’autore può rischiare fino all’oscuramento, almeno per quanto riguarda la sua raggiungibilità da parte di utenti che si avvalgono di provider italiani.

Il tutto con una procedura, tutta online, di una durata pari a 35 giorni.

Il primissimo caso riguarda la rimozione da un sito di promozione turistica di una fotografia i cui diritti d’autore non appartenevano al titolare del sito. 

Il caso si è chiuso con un’archiviazione in quanto l’opera oggetto di contestazione è stata rimossa e sostituita.

A nostro avviso la novità deve essere salutata con favore in quanto viene incontro alle esigenze di speditezza che le aziende reclamano a gran voce.

Certamente, a fronte della semplificazione delle procedure di contestazione diventerà sempre più importante avere a disposizione un titolo comprovante la titolarità del diritto d’autore o dei diritti connessi.

In altre parole l’abbreviazione delle procedure dovrà essere bilanciata da una maggiore certezza del diritto azionato.

pdf-icon-small Leggi il nuovo regolamento AGCOM completo

2017-01-30T15:11:34+00:00 22 maggio 2014|